fbpx

LA NOSTRA LINEA PER LA G.D.O.
L’ESORDIO DI BIRRA ARTIGIANALE MA.MA.

Le sfide sono parte integrante di ognuno di noi, dei nostri percorsi, del nostro carattere, della nostra voglia di superare i limiti fisici e mentali. Così, ad un anno esatto dall’avviamento dell’impianto produttivo di Birra Flea, il birrificio intraprende una nuova strada, un nuovo settore, una nuova sfida.

L’intento primario di Birra Flea, è sempre stato quello di farsi conoscere e prendere spazio nel settore HO.RE.CA., acronimo di Hotel – Restaurant – Cafè, un mercato settoriale destinato solo a determinati locali. Osservando però il buon trend di vendita delle birre prodotte dal nostro birrificio per terzi, ad un anno esatto dal taglio del nastro, Matteo decide di dar vita ad una birra pensata esclusivamente per la G.D.O. Per G.D.O. si intende la Grande Distribuzione Organizzata, quel moderno sistema di vendita al dettaglio nel quale, da alcuni anni, hanno iniziato a fare capolino non solo le birre industriali comunemente conosciute ma anche varie birre artigianali italiane. Queste ultime, novità nel mondo del beverage per la grande distribuzione, si differenziano dalle parenti industriali sia per le materie prime utilizzate, che per la mancanza del processo di filtrazione; il risultato è appunto una birra cruda, una birra viva che mantiene tutte le proprietà organolettiche.

Le materie prime utilizzate per lo studio di questa nuova linea non sono mai state un limite; l’acqua e l’orzo di cui abbiamo ampiamente parlato nei nostri articoli sono regali di madre natura e del nostro rigoglioso territorio. Il punto su cui ragionare era soprattutto legato alla quantità di bottiglie che si potevano produrre in un anno con l’attuale impianto. Nonostante questo, per la costante voglia di accontentare una sempre più ampia gamma di consumatori, la proprietà decide di debuttare con la sua nuova birra artigianale dedicata al mondo della G.D.O. Una linea con una ricetta più semplice, beverina, per il consumatore universale e che soddisfa sia i palati fini che i profani, per degustatori attenti o consumatori fugaci; insomma, una birra che accontenta tutti, fatta con le stesse eccellenti materie prime di mamma Flea. Birra Artigianale Ma.Ma. prende vita così nel 2014 e porta un nome che richiama il territorio per provenienza, materie prime e produzione, e che si lega ad esso per due piccoli protagonisti che, come la birra stessa, erano appena venuti al mondo, i figli di Matteo e Maria Cristina. Da qui Birra Ma.Ma., acronimo dei loro nomi di battesimo: Matilde e Mattia Sergio.

L’etichetta è anch’essa parte integrante dell’universalità che abbiamo voluto far trasparire in questa linea. Una grafica semplice, immediata e colorata, senza fronzoli. Viene inizialmente prodotta nelle canoniche tre tipologie: la Chiara, la Rossa e la IPA: La Chiara è una birra dal colore giallo chiaro, dal gusto fresco, amaro equilibrato e persistente, una gradazione alcolica contenuta, che esprime al massimo le sue caratteristiche in abbinamento con pizza, antipasti, formaggi delicati e con crudi di carne o di pesce. La Rossa è leggermente più spinta, ambrata doppio malto dal gusto intenso, secca, leggermente amara e con un retrogusto caramello, perfetta in abbinamento con secondi di carne, salumi e formaggi stagionati. La IPA, la più particolare, è anch’essa doppio malto, con un gusto intenso, secca, tendenzialmente amara e con un retrogusto erbaceo dato dall’utilizzo in ricetta di luppoli aromatici selezionati, ideale con risotti, secondi di carne bianca, pollo, selvaggina e verdure grigliate.

L’esordio di Ma.Ma. fu immediatamente seguito da un buon successo che, negli anni, ha spinto Birra Flea a dar vita ad altre due classiche ed apprezzate tipologie: la Weiss e la Gluten Free. Quest’ultima, nata dall’esigenza di avvicinare anche i celiaci a non rinunciare ad un buon bicchiere di birra, è specificatamente formulata per persone intolleranti al glutine, avendone un contenuto inferiore a 20ppm. A dispetto dal nome, sarà come bere una buona birra chiara leggera, fruttata, con un piacevole, bilanciato e persistente amaro, che la rendono degna sostituita, negli aperitivi, del prosecco. Infine la Weiss, una chiara speziata dal gusto fresco, leggermente acidula, molto fruttata e poco amara. La consigliamo in abbinamento con carni bianche, salumi, formaggi freschi e stagionati. Da provare negli aperitivi.

Birra Ma.Ma., inizialmente prodotta nel solo formato da 75cl, debutta in questi giorni nel formato da 33cl accompagnata da un re-branding importante ed un packaging accattivante. Così, oltre ad avere un prezzo ottimo e concorrenziale, sia anche bella da vedere, per accompagnare una tavola colorata in questo periodo dove il colore può solo che farci bene e dare un po’ di gioia alle nostre giornate. Non è tutto, con un evento speciale limitato per festeggiare queste grandi e colorate novità, potete acquistare direttamente dal nostro e-commerce un cartone misto da 6 e provarle tutte!

Leave a Reply